E niente forse domani si ricomincia a vivere. A vivere le giornate con una punta di libertà, con quel grammo di anarchia egoistica che spetta ad ognuno di noi. Domani potremmo svegliarci sapendo di poter soddisfare il desiderio grasso, goloso e profondamente vizioso di farci coccolare a pranzo e cena dal nostro ristorante del cuore mangiando e bevendo quei piatti che da mesi sogniamo e che per nostre doti mancate siamo incapaci di replicare.

Domani riaprono i ristoranti – alcuni, non tutti. Domani si può mangiare fuori casa. Ma domani si può ancora continuare a mangiare dentro le mura domestiche, cucinando o ordinando delivery. 

La pratica del delivery è nata di pari passo con l’avanzata italiana del Coronavirus, con l’inizio della quarantena pochi giorni dopo il fatidico 9 Marzo. Ci abbiamo messo un po’ ad abituarci alla nuova pratica tanto americana quanto poco italiana, ma alla fine ce l’abbiamo fatta. Anzi ce l’hanno fatta i ristoratori, gli chef che ingegnandosi con packaging accattivanti e termostabili e piatti di facile trasporto e consumo casalingo hanno creato format vincenti. 

In questi mesi ne ho provati tanti di menù prêt-à-porter e adesso che la loro esistenza è diventata una tradizione, quasi più della cena al ristorante, sono pronta a raccontarveli. 

Io & il delivery

Preparatevi a cene e pranzi tradizionali, gourmet, pronti da mangiare o da scaldare o ancora da ultimare. E ancora pizze, hamburger, gelati, dolci e bottiglie di vino tutto ovviamente DELIVERY.

Il primo ristorante di cui intendo parlarvi è Achilli Caffè, costola del ristorante una stella Michelin Achilli al Parlamento. Qui Alessio Tagliaferri, titolare del locale situato in zona Prati,  ha voluto creare un locale polifunzionale ed eclettico, un luogo che va oltre la classica concezione del bar all’italiana da cornetto, tramezzino e spritz. 

Dalla colazione all’aperitivo, passando per il brunch, la merenda, l’happy hour e per finire il dopocena, Achilli Caffè è operativo dalle 7 del mattino alle 24 per accontentare gli orari, i gusti e le tasche di tutti i suoi ospiti.

Pasticceria e prodotti da forno curati nel dettaglio con materia prima di alta qualità sono il primo tassello di un’esperienza gastronomica a 360 gradi che prosegue con piatti espressi e leggeri per il pranzo a base di pescato del giorno, paste fresche e pinsa romana e ancora cocktail classici e d’autore e etichette internazionali per aperitivo e dopocena.

Con il tornado primaverile che ha sconvolto la ristorazione dello Stivale, Alessio ha pensato di ideare delle Box  per accompagnare i clienti dalla colazione alla cena, facendoli sentire (quasi) a casa sua, nel suo Caffè.

Per la colazione si può optare per la proposta “Wellness” per esempio a base di spremuta o estratto + yogurt bianco, frutta e granola o ancora Ricordi d’infanzia” a base di cappuccino + spremuta o estratto + pizza e mortazza (entrambe a 6 euro) e altre divertenti opzioni.

Dal Forno si può ordinare il pane e la pizza in teglia ovviamente mentre dalla Gastronomia salumi, formaggi dai Monti Nebrodi fino alla Normandia e conserve e marmellate fatte in casa e ovviamente vini e spumanti dalla Cantina.

Il sugo della nonna

Ma senza dubbio le box più creative, divertenti e golose sono quelle di Nonna: perché nonna ti salva sempre! – così recita il loro motto. E quindi tra la Box Tête-à-tête con fettuccine fatte in casa, sugo del giorno e una bottiglia di vino abbinata – 15,00 euro per 2 persone – e la Merendona con Pizza bianca, salumi e formaggi, taralli pugliesi e una bottiglia di Prosecco – 12,00 euro -, emerge la Quarantena Box che riassume in sé una giornata all’insegna del gusto. 

Box Tête-à-tête – 12,00 euro

Questa è la Box che ho ordinato e questo quello che ho assaggiato. 
Per 50,00 euro, in due, vi viziate dalla mattina con caffè organico, biscotti e marmellata. Poi c’è la merenda con pizza bianca, salumi e formaggi e ancora fettuccine fatte in casa da cuocere e condire con il sugo del giorno. Vino e la dolce coccola finale concludono l’esperienza. 

Arrivata in una scatola rosso bordeaux, elegante e essenziale, intatta in ogni suo angolo, la Quarantena Box di Achilli mi rallegra al primo sguardo. 

Pane & Pizza

Apro il contenuto e vengo colpita dalla minuzia con cui sono state confezionati i sughi e le conserve, etichettati e firmati.
Tutto è ordinato e arricchito di puntuali descrizioni: “spalmami sulla pizza e mettimi in forno a 200 gradi per 2 minuti“; “io sono la coccola della buonanotte…Conservami in frigo!“.

Pane, pizza bianca, crema di patate e formaggio e asparagi in conserva
Spalmata la crema non resta che mangiarla

Quindi parto ad aprire tutto e preparami alla grande mangiata.
C’è una crema morbida di patate e formaggi freschi che scaldo in forno e spalmo su pizza bianca e pane caldo ai semi. Goduriosa, cremosa, appena acidula e rinfrescante si figura come un appropriato aperitivo assieme agli asparagi sott’aceto, una delle conserve di nonna più in tema con la stagione. 

Il kit per la pasta

Poi c’è la portata principale: fettuccine fatte in casa da cuocere e condire con un ragù di cortile, promettente già all’aspetto e al profumo dove il ginepro regna sovrano. In meno di cinque minuti il piatto è pronto: concludo con una grattuggiata di formaggio di fossa, sempre fornito dal ristorante.

Pasta conservata sottovuoto, sugo e formaggio di fossa
Il risultato finale

La pasta così erta e il sugo così vero e casalingo scaldano il cuore e ricordano i pranzi affollati della domenica. Perfetto in abbinamento il Vesuvio DOP Piedirosso di Cantine Olivella, datomi in abbinamento.

Il vino in abbinamento

Ero già sazia ma non potevo esentarmi dalla coccola della buonanotte con una fantastica bomba fritta e zuccherata da riempire sul momento con la crema pasticcera. La bomba era buona, lievitata bene, fritta a puntino ma la cosa senza ombra di dubbio più entusiasmante, da scarpetta, è stata la crema: liscia, ricca di tuorlo e sopratutto di vaniglia. 

Il kit per la coccola della buonanotte 
La Bomba straboccante crema

Le proposte per il delivery sono disponibili anche per l’asporto che a pranzo prevede anche un menù “Achilli per gli Uffici”, realizzato per tutti quei professionisti di zona che possono usufruire di un menù completo e veloce.

Proposte del Delivery

Il servizio è attivo dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle ore 18.00. Per info: caffè@achilli.restaurant –  06 69455330.

Il primo assaggio di delivery è stato superato, quasi mi fa dimenticare la mancata uscita del sabato sera. 

Facebook Comments