Entrando ne Il Simposio, si ha subito l’impressione di essere nel posto giusto.

Nel posto giusto perché si è in piazza Cavour, un vero e proprio salotto.

Nel posto giusto perché l’adiacente (e storica) enoteca Costantini, un gioiello di architettura e di arredi, dà numerose possibilità di scelta: sia a cena, sia per gustare un aperitivo di qualità nel Wine Bar, che occupa la prima parte del locale.

Nel posto giusto, infine, perché giungendo nella sala principale si ha la conferma di essere sul punto di gustare un’ottima cena. Ai fornelli, infatti, c’è Claudio Favale, che saprà subito mostrarvi la sua bravura nella scelta e nella lavorazione delle materie prime, quelle ittiche in primis.

La Ricciola

La Ricciola, ovvero un tataki al sesamo bianco con brodetto di pata negra leggermente affumicato e crescioni invernali, è tagliata in cubetti atti a far apprezzare la delicatezza della carne, sia in termini di sapore che di consistenza. Una spruzzata di pepe corona il tutto, così come gli altri ingredienti che intervengono senza coprire, cioè solo per esaltare. Un promettente inizio!

Le Seppie e i Fagioli

Giungono poi le Seppie e i Fagioli, una crema di bianchi di Rotonda con julienne di seppiette arrosto, pancetta dei Nebrodi e croccante di pane: effetto vellutato e corposo, seppia saporitissima e carnosa, pancetta aromatica e sapida al punto giusto. Anche qui, padronanza e consapevolezza della materia sono evidenti, così creando i giusti equilibri.

Le Orecchiette

Anche le Orecchiette (evviva! Sono integrali) con cime di rapa, cozze e fiore sardo del Gavoi sono a dir poco goduriose: le origini pugliesi dello chef si confermano nella perfezione della cottura, ma anche nel bilanciamento tra il sapore tondo delle cime di rapa (quelle vere) con il gusto marino delle cozze e quello lievemente pungente del fiore sardo. Una manciata di peperoncino sigilla il tutto e induce la lacrimuccia: non per la piccantezza, bensì per la commozione.

Il Risotto nocciole e tartufo

Segue un Risotto perfetto per la stagione: arborio con brodo di fieno e sottobosco, toma paglierina, castagne, nocciole e tartufo. La croccantezza delle nocciole si accompagna benissimo con la morbidezza del riso e delle castagne, così come i sentori boschivi del tartufo si integrano con la toma. Manca solo più il rumore da calpestio di foglie secche. 

Il Dentice al forno

Arriva poi il protagonista del menù: il Pescato del giorno. Mai di allevamento, e cotto rigorosamente al forno.  Nel nostro caso si è trattato di un dentice dalla carne tenera e fibrosa allo stesso tempo, grazie alle acque profonde in cui “viveva” e grazie all’impeccabile cottura. Sapore delicato, condimento in purezza: solo olio e sale, accompagnato da biete croccanti e morbide patate al forno a chiudere il cerchio.

Il tiramisù del Simposio

Il dolce, altra grande gioia: il Tiramisù del Simposio, composto da mousse di mascarpone al pistacchio, biscotto San Pellegrino, cremina della nonna, arance candite e polvere di cioccolato gran cru. Tutto è presente: il dolce e il morbido (la mousse e la crema), il salato e il croccante (il biscotto). Per non parlare delle arance candite: sono esattamente il tipo di candito che tutti i bambini dovrebbero assaggiare per convincersi a non toglierli dal panettone, visto il loro sapore naturale, cioè “fruttoso”.

Impossibile, infine, non menzionare Maria Teresa Pasceri, la competente e simpaticissima sommellier che sarà il vostro gps all’interno di una giungla di bottiglie in cui anche i più esperti farebbero fatica a districarsi. Nel nostro caso ha “benedetto” la scelta di un Vermentino sardo delle tenute Dettori, datato 2017. Mamma mia, che evoluzione di vino durante tutto il pasto!

Con il dolce, invece, è giunto a tavola un Passito Clematis di Zaccagnini, con degli inconfondibili sentori di more e amarene in confettura.

Complimenti dunque ai titolari de Il Simposio, Franca e Ivano Daffinà, che hanno saputo fondere insieme queste anime: sia eno-gastronomiche, sia umane e professionali.

Il Simposio Ristorante e Wine Bar

Piazza Cavour, 16, 00193 Roma RM

Tel: (0039) 06 324 1489

Facebook Comments